SQLServerITA

SQL Server e non solo

  • giugno: 2011
    L M M G V S D
    « Mag   Lug »
     12345
    6789101112
    13141516171819
    20212223242526
    27282930  
  • Blog Stats

    • 16,179 hits
  • Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

    Segui assieme ad altri 6 follower

Windows Azure Role: come attivare il controllo remoto

Posted by belthazor78 su 3 giugno 2011


In questo post vedremo come poter abilitare il controllo remoto su un’applicazione web creata su Azure. Non tutti sanno che, infatti, una volta pubblicata un’applicazione .NET su Windows Azure roles, è possibile, con alcune impostazioni, accedere ad una sorta di server virtuale (Windows Server con IIS) che è quello che ospita il nostro Windows Azure Role.

La prima domanda potrebbe essere: a che serve accedere al server che ospita la nostra applicazione se possiamo gestire tutto tramite il portale Azure? Bhè questo accesso in remoto sarà utilissimo in fase di debug, potendo ad accedere ad un server Windows Server 2008 preconfigurato con IIS dove risiederà realmente la nostra applicazione.

Ma procediamo con immagini e tutto il resto per capire meglio questa nuova funzionalità che potrà essere attivata tramite una piccola impostazione.

La prima cosa da fare è quella di selezionare il progetto Cloud nella nostra applicazione e con il tasto destro scegliere Publish.

Ci verrà presentata una maschera simile alla seguente; bisogna selezionare il link Configure Remote Desktop connections.

Alla maschera Remote Desktop Configuration mettere un flag per l’opzione Enable connections for all roles, successivamente selezionare il primo menù a tendina e selezionare l’opzione Create.

Inserire il nome del certificato che verrà creato e cliccare su OK.

Si ritornerà alla maschera Remote Desktop Configuration che bisognerà completare con una username, password e la conferma della password.

Una volta immessi tutti i valori corretti, NON cliccare sul pulsante OK ma bensì selezionate il pulsante View. Questo, come vedrete in seguito, è necessario per poter importare il certificato su Azure PRIMA di cliccare su OK e procedere alla migrazione dell’applicativo.

Quindi, ricapitolando, selezionate il pulsante View e non il pulsante OK.

Vi comparirà la maschera del certificato; selezionate il secondo tab Details e cliccate sul pulsante Copy to File.

Cliccate su Next alla maschera Certificate Export Wizard.

Selezionate l’opzione Yes, export the private key e cliccate su Next.

Scegliere il formato mostrato in figura (con estensione PFX) e cliccare su Next.

Immettere una password di protezione e cliccare su NEXT.

Decidere in quale cartella salvare il certificato ricordandosi dove viene salvata e cliccare su Save.

Controllare il riepilogo per l’export del certificato e cliccare su Finish per completare l’operazione.

Un message box dovrebbe avvisarci del corretto export del certificato.

Ora bisogna accedere al portale Azure, selezionare la cartellina Certificates sotto il Role dove l’applicazione andrà installata (o è già installata) e successivamente cliccare sul pulsante in alto a sinistra Add Certificate.

Comparirà un pop-up che ci chiederà di immettere il percorso del certificato presente sul nostro computer/server e la password inserita in fase di export del certificato stesso.

Successivamente verrà avviata una procedura di validazione del certificato.

Se tutto andrà per il verso corretto troveremo il nostro nuovo certificato importato ed installato correttamente anche su Azure.

A questo punto siamo pronti per effettuare l’upload del progetto su Azure con l’abilitazione al desktop remoto; tornando alla maschera precedentemente lasciata aperta, cliccare sul pulsante OK per proseguire.

Controllare che tutte le varie impostazioni sul Cloud siano corrette e cliccare su OK per iniziare il trasferimento dell’applicazione.

Attendere il deploy.

Al termine del deploy dell’applicazione e se tutto è andato per il verso giusto selezionate il ruolo della vostro ambiente mettete il flag sull’opzione Enable che si trova in alto a destra del portale di Azure.

Spostatevi sul nome dell’istanza, vi dovrebbe risultare attiva l’icona Connect che si trova in alto a destra del portale di Azure. Cliccate sul pulsante Connect.

Dopo qualche secondo (fate attenzione a non avere sistemi che bloccano pop-up e robe simili) vi comparirà un messaggi simile al seguente (se usate Internet Explorer); cliccate su Connect.

Vi si aprirà una piccola maschera dove dovrete inserire i parametri che avevamo messo in fase di creazione dell’ambiente virtuale; dopo aver riempito i vari campi cliccate sul pulsante OK.

Attendere qualche secondo.

Vi potrebbe tornare a video anche un messaggio simile al seguente; cliccate su YES per proseguire.

Ed ecco il nostro server nel Cloud che ospita la nostra applicazione .NET sempre nel Cloud della Microsoft.

Ecco qualche dettaglio del server.

Ed eccolo il server IIS con la nostra applicazione; attenzione a fare modifiche alle impostazioni di IIS perché al successivo deploy verranno resettate tutte alle impostazioni di default.

In dettaglio IIS e la pagina di esempio del progetto .NET avviata😀

Come vedete la macchina virtuale è a tutti gli effetti un server con tutti i programmi e funzionalità del caso.

Bhè come avete visto attivare il controllo remoto su una istanza Azure è molto semplice anche se ne consiglio l’utilizzo solo in fase di debugging e non per un ambiente di produzione per evitare ulteriori problemi di sicurezza.

Maggiori info:

http://msdn.microsoft.com/en-us/library/gg443832.aspx

http://learn.iis.net/page.aspx/979/managing-iis-on-windows-azure-via-remote-desktop/

http://blogs.msdn.com/b/tconte/archive/2010/12/07/utiliser-la-connexion-bureau-224-distance-avec-windows-azure-et-le-sdk-1-3.aspx

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: